L’avanzata dei tablet

Mi ha colpita, ieri, una pubblicità su un quotidiano. La scrivania del manager, quella che usa anche per le riunioni del gruppo di lavoro, completamente sgombera da fogli, PC, notebook. Nulla. Solo qualche sporadico tablet.

Anche nell’immaginario quotidiano si fa strada l’idea del tablet come strumento principale di lavoro. Basta tastiere, suggerisce, basta penne.

Non credo che sia possibile – non ancora – abbandonare definitivamente lo strumenti di lavoro “tradizionale” (sono appena maggiorenni e già li mandiamo in pensione!). Ma siamo ad un punto di svolta che segnerà il passaggio ad una modalità di interazione standard attesa diversa. Schermo e dito. Una cosa del tipo passaggio da DOC a Windows.

Il valore dei dati nei processi decisionali

Abbiamo partecipato ad una conferenze accademica ad Abbazia, in Slovenia, centrata sui sistemi di Business Intelligence. Il nostro intervento nasce da un’indagine sull’uso di sistemi per la lettura degli andamenti aziendali nelle piccole e medie imprese, indagine in cui abbiamo analizzato non solo la diffusione, ma anche la tipologia degli strumenti usati, le motivazioni che spingono un imprenditore ad investire in questo senso e i freni, economici, culturali o semplicemente organizzativi, che ostacolano spesso gli investimenti in infrastrutture non immediatamente produttive.  Qui potete trovare una copia del materiale utilizzato a supporto del nostro intervento.

La proprietà intellettuale e il kibbuz tecnologico

Leggo un articolo della rivista “ Ingegneri del FVG”, in cui si riporta la risoluzione dell’unione europea sul copyright sul software. La causa SAS contro WPL, rea a suo giudizio di aver ‘sfruttato’ le idee originali di SAS ricostruendole ‘all’indietro’ e sfruttandole per realizzare un prodotto concorrente di SPSS, è stata rigettata. Riconoscendo la non applicabilità alle idee del diritto d’autore, e non permettendo la brevettabilità del software, la Corte di Giustizia UE ha di fatto ritenuto più importante il bene collettivo (la circolazione delle idee, il progresso tecnologico) del beneficio al privato. Continua…

IOT – Internet delle cose

Nell’ultimo numero di Nova campeggiava, in prima pagina, un articolone sull’ “Internet delle cose”. Da tempo seguo con interesse i movimenti nell’ambito dell’IOT, fin’ora letti su stampa specialistico/accademica e usati più che altro come occasione speculativa per pensare al “domani” dei sistemi informativi aziendali.

Vedere che il Sole 24 Ore lo celebra mi  ha inizialmente fatta pensare Wow, ci siamo, se ne parla il Sole vuol dire che l’ambiente è pronto per questo respiro, per questa nuova espansione, per il cambio di scala comunicativa. Poi ho pensato più concretamente  a cosa significa implementare IOT, al perchè la domotica, che dell’IOT è stata precursore, è ancora confinata in ambiti di nicchia. Continua…

Supply Chain Management: Il valore di un WMS integrato in un ERP


La gestione del magazzino deve essere demandata alla componente logistica dei sistemi ERP oppure a sistemi dedicati di Warehouse Management? Orientarsi verso sistemi dipartimentali flessibili, completi e specializzati o verso soluzioni meno dedicate e meno complete, ma integrate?

Questi sono i temi del convegno sul SCM organizzato da Stesi e da Cluster, con l’obiettivo di illustrare concretamente i benefici di un sistema completamente integrato, ragionando per processi, prendendo in esame benefici ma anche ostacoli da superare, attraverso le testimonianze autorevoli di esperti del settore .

Liberamente ha partecipato al convegno proponendo una riflessione su come trarre vantaggio dall’evoluzione della tecnologia e dei paradigmi di comunicazione/cooperazione, che stanno spostando l’archiettura dell’azienda da un modello a forte baricentro (azienda monolitica) ad una struttura reticolare, con legami potenzialmente deboli.  L’intervento parte dalla frase “Do not automate, obliterate” e propone  la completa reingegnerizzazione  dei processi come necessaria attitudine per l’efficace introduzione in azienda di nuove tecnologie.

Per maggiori informazioni ed iscrizioni www.stesi.it

Sistemi informativi aziendali

ERP e sistemi di data analysis
Pearson 2018
Uno strumento di grande utilità pratica, indirizzato sia alle Università che alle Aziende: il testo parte dalla descrizione particolareggiata della struttura di un sistema informativo aziendale, ne dettaglia i processi coinvolti, ne individua i moduli funzionali fino a descrivere la sottostante organizzazione dei dati.

La terza versione è stata rivista ed aggiornata agli argomenti più recenti, come il clouding e i big data; include inoltre un nuovo caso di studio che illustra, in dettaglio, la struttura del sistema informativo di un’azienda reale di medie dimensioni.

Fluidoc – documenti a portata di click

Potente motore di archiviazione elettronica, fluidoc è uno strumento focalizzato sul trattamento dei flussi informativi che si originano dai documenti, sull’organizzazione dei documenti nel sistema azienda, sulla loro catalogazione e reperibilità, sui processi approvativi, di trattazione ed inoltro.

Con fluidoc diventa semplice

  • protocollare automaticamente documenti e intere cartelle di documenti, associando stringhe di identificazione e criteri di classificazione parametrici, in presenza o meno di archiviazione elettronica
  • archiviare elettronicamente i documenti e reperirli tramite ricerche composte sulle voci di classificazione
  • mantenere le diverse versioni dei documenti archiviati organizzare i documenti in plichi documentali
  • seguire il documento o il plico nel suo iter di trattazione

Scarica il white paper

Il field? è connesso

Abbiamo completato, con il decisivo supporto di Mobile 3d, il sistema per il supporto delle azioni onfield di Calzavara Spa. Il sistema si integra con la gestione delle commesse e permette ai caposquadra che operano sul campo di interagire, tramite una app disponibile su tablet Samsung Galaxy, con l’archivio aziendale per disporre di documenti tecnici, checklist di lavoro, pianificazione corrente e per registrare quotidianamente l’attività effettuata e le presenze.

La struttura dell’organizzazione

Indagine sull’uso dei sistemi informativi aziendali nella piccola e media impresa
Aracne 2009
I sistemi informativi aziendali sono diventati di fatto la struttura portante dell’organizzazione aziendale, influenzandola e, in parte, determinandola. Le possibilità dell’azienda di leggere la propria dinamica e le reazioni del mercato, di seguire in modo efficiente i propri processi, di controllare costantemente le proprie azioni, sono legate alla coerenza dell’organizzazione ed alla fluidità con cui le informazioni circolano al suo interno. Fluidità e coerenza che sono tanto più solide e semplici quanto più l’organizzazione è definita e appoggiata ad un sistema informativo computerizzato, progettato ed implementato consapevolmente.